Mural. Your forever fresco mural painting.

Esperienza indimenticabile
Reviewed October 5, 2010

Dopo aver fatto visita al loro spazio espositivo in via de Rustici ho scoperto i fratelli Guarnieri, degni continuatori della tradizione artigiana fiorentina e coraggiosi nel riproporre l´idea della bottega d´arte nel loro atelier di Lungarno Cellini. Tutta l´arte visibile in città proviene dalle botteghe d´arte; i quadri, gli affreschi, le sculture e gli oggetti erano il frutto del lavoro di maestri d´arte – Cimabue, Giotto, Leonardo, Raffaello, Michelangelo e via dicendo – e degli apprendisti impegnati nella realizzazione dei capolavori oggi ammirabili nei musei, sulle facciate dei palazzi storici e nelle chiese. Roberto e Rodolfo Guarnieri ripropongono nella loro bottega questa maniera di produrre arte attraverso una miscela di antiche tecniche e moderna tecnologia. Tra le loro proposte più affascinanti esiste l´opportunità di vivere insieme a loro la fase creativa e realizzativa di un manufatto d´arte; questo significa provare un´esperienza originale con l´opportunità di calarsi in prima persona come apprendista nel mondo della bottega artigiana. In realtà il mio approccio era stato diverso: volevo lasciar affrescare la facciata della mia casa a Trier e stavo cercando affrescatori in grado di portare a termine questo lavoro. Roberto e Rodolfo Guarnieri fanno della pittura a fresco su tavola un loro punto di forza e hanno subito accettato con entusiasmo l´incarico. Il punto irrinunciabile per loro era il mio coinvolgimento come committente ovvero dovevo proporre il tema da affrescare sulla facciata. Attraverso un processo di valutazione di superfici, temi e costi siamo arrivati ad una bozza frutto di un collage fotografico eseguito su computer. La composizione è stata proiettata su un pannello di legno sul quale era stato steso uno strato di calce bianca, a questo punto sullo strato ancora fresco insieme a loro ho inciso le linee che identificavano i temi del affresco: i ponti, il fiume, le case ed i monumenti caratteristici di Trier e Firenze – le città dove vivo e dove ho vissuto. Appena completata la fase di disegno in camera oscura – la proiezione deve essere effettuata al buio per ovvi motivi – con i colori preparati da Roberto, siamo passati a dipingere le campiture individuate dal disegno ad incisione. Il tutto si è svolto in poco più di due ore di intenso ma piacevole lavoro. Se cercate di arricchire la vostra visita ad una città d´arte, ecco qualcosa di veramente speciale che rimarrà per sempre nel vostro bagaglio culturale.

 

Leave a Reply